logo partito

Il Popolo della Famiglia - No Gender nelle Scuole

Candidato per:

Senato della Repubblica

Regione:

Lombardia

Collegio:

Milano

SCARICA PROGRAMMA download
Social
Giornalista

Mario Adinolfi

Mario Adinolfi (Roma, 15 agosto 1971) è un giornalista, politico, giocatore di poker e blogger italiano.

Politicamente ha militato prima nella Democrazia Cristiana e poi, con l’avvento del bipolarismo, nell’area centrista del centrosinistra.

Nel 1993 è il più giovane membro dell’Assemblea costituente del Partito Popolare Italiano. Nel 1994 è eletto presidente nazionale dei Giovani popolari, poi diventa membro dell’esecutivo nazionale del PPI.

Nel 2001 fonda il movimento Democrazia Diretta, con il simbolo della chiocciola di Internet con cui si candida a sindaco di Roma, nelle elezioni amministrative del 13 maggio 2001 ottenendo 1.587 voti (0,1% dei consensi) e appoggia al secondo turno l’elezione a primo cittadino di Walter Veltroni.

Il partito Democrazia Diretta partecipò in autonomia alla campagna elettorale del 2003 e nel 2005 fece parte della lista civica regionale che sosteneva Piero Marrazzo. Sulla testata Europa, tiene una rubrica quotidiana.

Nel 2006 Mario Adinolfi fonda l’associazione per il Partito Democratico Generazione U, animata da alcuni blogger under 40 di centrosinistra. Ha scritto saggi e romanzi sui temi generazionali e sul ruolo del web nell’emancipazione dei nati negli anni settanta e ottanta, tra cui Email-lettera dalla generazione invisibile (Halley editrice, 1999), Mundial (Halley editrice, 2004) e La ricerca della costante (AlibertiCastelvecchi, 2010).

Il 18 luglio del 2007 Mario Adinolfi si è candidato alla guida del Partito Democratico, con la lista “Generazione U”, presentando la sua candidatura alle elezioni primarie con una dichiarazione pubblicata su La Stampa. Ottiene 5.906 voti (0,17% dei consensi), ma entra di diritto nell’assemblea costituente del partito, che lo ha eletto tra i cento componenti della commissione che ne scrive lo statuto.

È stato membro della direzione nazionale del PD. È stato vicedirettore di RED TV, dove ha condotto il programma di interviste Finimondo prima di fondare e diventare nel 2010 direttore di The Week, settimanale basato sul poker e avente come target i giovani.

Alle elezioni politiche del 2008 è candidato alla Camera con il Partito Democratico nella circoscrizione Lazio 1, al numero 18 della lista, risultando primo dei non eletti. Il 25 giugno 2009 si è candidato alla segreteria nazionale del PD, presentando una mozione congressuale pubblicata su Europa; decide poi di confluire a sostegno di Dario Franceschini. Il 13 giugno 2012 diventa deputato subentrando a Pietro Tidei, dimissionario in quanto eletto sindaco di Civitavecchia. Nel 2011 ha manifestato su Twitter il suo essere a favore della pregiudiziale di costituzionalità sollevata in Parlamento contro la proposta di legge di introdurre l’omofobia come aggravante per i crimini d’odio, commentando ironicamente di voler aggiungere inoltre una norma contro la “ciccionofobia”.

Nell’ottobre 2012 Mario Adinolfi si candida alle primarie del centrosinistra indette per eleggere il candidato Sindaco di Roma, ma l’11 dicembre 2012 ritira la candidatura decidendo di appoggiare Paolo Gentiloni. Appoggia Matteo Renzi nella candidatura alle elezioni primarie per la premiership del centrosinistra. Alla vigilia delle elezioni politiche del febbraio 2013, decide di sostenere, “in continuità con le battaglie svolte insieme nel PD, le idee di Pietro Ichino e l’agenda Monti”. Alle elezioni politiche 2013 vota Scelta Civica di Mario Monti alla Camera e M5S al Senato.

Nel marzo 2016 Mario Adinolfi fonda un partito politico, Il Popolo della Famiglia, e si candida sindaco alle elezioni amministrative di Roma, ottenendo lo 0,6% dei consensi.

Nel 2017 dichiarò che si sarebbe candidato a sindaco di Ventotene, ponendo come primo punto del suo programma la costruzione di una “nuova Europa cristiana” ma successivamente non si presentò con nessuna lista.

Nel giugno del 2017, alle elezioni amministrative, Il Popolo della Famiglia ottiene un risultato marginale in quasi tutti i 16 comuni nel quale si è presentato piazzandosi quasi ovunque all’ultimo posto fra le forze politiche candidate.

 

Fonte:  https://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Adinolfi

Sei un candidato alle elezioni politiche?


Pubblica la tua pagina personale sul nostro sito.


Crea ora!