Autodeterminatzione

Progetto AutodetermiNatzione è la speranza perché la Sardegna esca dalla fase attuale di decadenza e impoverimento, frutto delle politiche delle Giunte regionali espresse dai partiti subordinati a Roma e dai loro alleati, con l’obiettivo di scardinare il vecchio modello di sviluppo basato sulla dipendenza.

Per questo, Progetto AutodetermiNaztione vuole rappresentare un processo di rottura rispetto alle politiche espresse dalla Giunta regionale attuale e da quelle precedenti: serve discontinuità rispetto al passato, che poi si traduca in volontà, pianificazione e azione per un nuovo governo del territorio sardo, per i sardi.

Progetto AutodetermiNatzione è il cambiamento di cui tutti abbiamo bisogno per migliorare le nostre vite.

Noi, per il nostro programma partiamo da un punto 0:

Lavoro, occupazione e dignità

Il cuore del Progetto AutodetermiNatzione è il problema del lavoro e dell’occupazione. Un numero sempre maggiore di Sarde e di Sardi sono senza lavoro, perché lo hanno perso o non lo trovano; così, sempre più persone, soprattutto i giovani, scelgono loro malgrado di emigrare, una delle cause dello spopolamento che affligge in particolare le zone interne della Sardegna. Così come, spesso, il reddito da lavoro non consente livelli minimi di autosufficienza per le famiglie o per chi aspira ad averla.

La povertà dilaga, tocca i ceti medi e perfino i ceti medio-alti.

La Sardegna è allo sbando anche e soprattutto a causa di una classe politica troppo subalterna a interessi esterni, o impegnata principalmente a conservare privilegi e posizioni di potere. Progetto AutodetermiNatzione ha l’obiettivo primario di attuare nuove, serie ed efficaci politiche per il lavoro rivolte alle donne e agli uomini sardi.

Per questo, Progetto AutodetermiNatzione considera necessario allargare la base produttivasostenere le imprese che creano occupazione, promuovere le imprese locali e diffuse, e allo stesso tempo difendere le condizioni di lavoro e di reddito di tutti i Sardi.

Progetto AutodetermiNatzione difende i beni comuni e i diritti della Sardegna.

A cominciare dal fatto che quanto ci è dovuto da parte dello Stato debba essere restituito al Popolo Sardo. Sulla Vertenza Entrate, Progetto AutodetermiNatzione intende battersi per ottenere tutto quanto dovuto alla Sardegna dallo Stato Italiano dal momento che, a causa della sudditanza espressa dalle Giunte regionali precedenti che hanno ceduto le quote dei Sardi, il conto dei danni alle entrate della Regione a fine triennio (2017-2019) sarà all’incirca di cinque miliardi e mezzo.

Nessuna Vertenza Entrate può essere, quindi, data per risolta. Non possiamo, in una fase di crisi come l’attuale, rinunciare alla quota di nostre tasse indebitamente incamerata dallo Stato e che le Giunte regionali hanno ceduto al Governo.

Progetto AutodetermiNatzione si batterà per lo smantellamento dei Poligoni militari destinati alle esercitazioni di guerra e per ottenere le bonifiche immediate di tutti i siti compromessi, a carico dello Stato responsabile.

Progetto Autodeterminatzione ha un progetto culturale: rafforzamento dell’istruzione, della scuola, dell’università, della formazione e della ricerca, per portare la Sardegna in linea con gli Stati più avanzati dell’Europa. Un progetto culturale fondato sul rispetto, la tutela, lo sviluppo e sul riconoscimento della lingua sarda e delle nostre altre lingue storiche.

Progetto AutodetermiNatzione disapprova le politiche del lavoro attuate dal Governo italiano, dal Jobs Act all’abolizione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori, dalla cosiddetta “Buona scuola” e dalle politiche universitarie a quelle di austerità che colpiscono in particolare le fasce più deboli della società e il loro reddito.

Progetto AutodetermiNatzione ritiene che occorra superare le politiche legate ai flussi migratori e gli accordi con la Libia, causa delle tragedie umane degli ultimi mesi, e che lo Stato Italiano debba impegnarsi per migliorare le condizioni di vita dei profughi e per favorire, nel contempo, un’accoglienza sicura, pacifica e proficua per le comunità ospitanti.

Candidati

Sei un candidato alle elezioni politiche?


Pubblica la tua pagina personale sul nostro sito.


Crea ora!